06 gennaio 2008

Scontri generazionali

Babbonatale non faceva parte della mia infanzia. Anzi babbonatale non esisteva proprio quando io ero un bambino. Non esisteva chiaramente alle latitudini Marchigiane, se ne sentiva parlare da qualche parente del nord e alla richiesta di mie spiegazioni, i miei genitori glissavano, più per ignoranza che per altro. Quindi quando quelli della bevanda che se la metti con le mentos fai un casino, è inutile che stiano a far vedere che la bimba è diventata nonna e c'ha la nipotina: noi quella bambina non la conosciamo e nutriamo forti dubbi che la bambina sia la stessa persona della vecchia. Anzi secondo me hanno sostituito anche babbonatale.

Per questo noi bambini degli anni '60 ci affidavamo unicamente ed esclusivamente alla Befana. Una sfigata vecchietta a cui nessuno ha mai dedicato un film, a differenza del panzò vestito di rosso che vive delle royalties che le "major" americane gli pagano. La befana non ha folletti vestiti di verde che l'aiutano con i regali, lei fa tutto da sola. La befana si becca il solito servizio del telegiornale romano che gira per piazza del popolo e chiede ai bambini, "Cosa vuoi dalla Befana ?" e niente più. Anzi deve anche ringraziare, perché quando i bambini rispondono "E chicazzè la befana ?" I bravi giornalisti, tagliano le risposte. Invece babbonatale è diventato come il cuochetto inglese che sta sempre in televisione e non cucina mai. E a forza di stare in televisione finisce che dice un mare di catzate, mica il cuoco, nooo, babbonatale ! La Befana invece lavora come una bestia, la Befana puzza, perché la Befana suda e quando riparte con la scopa son tutti colpi d'aria. Poi ti vengono a raccontare che è gobba perché è vecchia, vacci te in giro con il finestrino aperto d'inverno!
La befana è denigrata, calunniata: avete mai sentito frasi del tipo "Se non sei bravo viene babbonatale e ti porta via", "Se non fai il bravo, babbonatale ti porta cenere e carbone". Macchè al massimo babbonatale, se non fai il bravo non ti porta niente, e in confidenza babbonatale punta ad un alto "mix" di bambini cattivi, così risparmia fatica, porta la metà delle cose. Invece la Befana no. La Befana, comunque, deve portare la cenere e il carbone, anche ai bambini stronzi. La befana è sfigata, la befana oggi non conta più niente, Lei porta i cioccolatini, le calzette con le caramelle, i colori, i libricini, con questa roba qui, non se la fila più nessuno. Babbonatale no, lui porta la pleistescion tre, la xbox trecentosessanta, il desktop quattroquad, il palmare con il gps, il navigatore, che oramai vedi gente che va a buttare la monnezza con il tomtom. E' tutta colpa di babbonatale se sto paese va a rotoli. Babbonatale è entrato a casa mia quando mi è nato il primo figlio. Perché te ad un figlio di tre o quattro anni come fai a spiegargli che babbonatale non passa a casa sua, ma ci passa la befana, mentre il panzò passa nelle case di tutti i suoi compagni di scuola?

Allora posso? Io a babbonatale non lo sopporto, ecco perché, noi, quando lui passa non gli facciamo trovare niente da mangiare.
Mentre alla Befana, a Lei si. A Lei abbiamo preparato i:

Cazzotti


tanto uno più o uno meno a Lei non cambia niente.
Si montano tre uova intere con tre etti di zucchero, la buccia grattugiata di mezzo limone, si incorpora mezza bustina di lievito per dolci (8gr), tre cucchiai di olio evo, tre etti di farina e tre etti di nocciole in parte triturate e in parte intere.
Avrete notato che in questa preparazione tutto le proporzioni sono uguali, tutto è per tre... facile no! Sono le ricette delle nonne che secondo me quando te le dettavano non se li ricordavano e allora dicevano: tre... tre... tre...
Comunque una volta che avete fatto l'impasto lo potete mettere a cucchiaiate su di una placca coperta da carta forno imburrata, oppure nei "pirottini", le forme di carta, che fa più scic. Cuocete tutto al forno ben caldo a 180°, per 20 minuti circa. Poi aspettate la Befana, verso mezzanotte li mangiate con lei, inzuppati in un buon passito, quando la Befana è 'mbriaca.... Bé fate voi.

17 commenti:

Macy ha detto...

Abbasso il panzone!!! Non se ne può più!!! Da noi i regali li porta S. Lucia - che è cieca e gira con un asino, porella...
E di lei parla al massimo tg3 regione!

Complimenti per il blog,
ciao
macy

Giovanna ha detto...

io l'ho già detto in giro che la befana deve avercela con me... non è mai venuta quando ero piccola e adesso che viene porta i dolcini sono ai miei figli...Mah

Maurice ha detto...

Mi sa che sotto sotto sei un po' invidioso delle nuove generazioni. Loste, i tempi cambiano: a noi, cresciuti tra il Calindri della ChinaMartini e il commissario della Brillantina Linetti, non poteva che capitarci la Befana. Alle nuove generazioni, figlie nostre e delle veline di Striscia, spetta l'immagine bonaria del panzone.
Ognuno ha quello che si merita (a volte).

marzia ha detto...

uff, devo essere troppo cresciuta... a me più nessuno porta niente, ed io devo preparare biscotti e torte per tutti ;-))

fiordisale ha detto...

Bè il periodo più o meno è quello però io non sono mai stata d'accordo. Mio papà, essendo dipendende pubblico , era iscritto al cral e a quei tempi una delle loro funzioni era appunto di "investire" parte dei ricavati delle iscrizioni dei soci, nel sacco della befana (ma io non lo sapevo, ovvio). Organizzavano poi una grande-enorme-immensa festa con tutta 'sta caterva di bambini (ma quanti ne sono nati in quegli anni?)e distribuivano i regali a mezza via tra il caso e la sorte. Dopo un po' di anni di martellante insistenza (e valanghe di letterine a babbo natale appositamente stilate e consegnate al genitore)il babbo si è deciso a venire e i suoi doni erano decisamente più interessanti di quell'antipatica befana che, per ritorsione, da allora mi ha portato sempre e solo carbone.
babbo natale è l'unico panzone che adoro, amme-mi-piace-un-sacco, anche rosso, come detta quella marca là. Si lo so, visto che non sono propriamente americanofila, questo presuporrebbe una certa dose di incoerenza nel mio animo, ma invece no! Io rivendico la possibilità di selezionare il buono (e solo il buono) da ogni dove, e farlo mio come scelta di vita.
W BABBO NATALE, oh!
(buon anno caro Marco, non so se ti ho già fatto gli auguri, al limite repetita juvant)
fiordisale

The Food Traveller ha detto...

Mi spiace ma da bimbo degli anni 70 io la befana non la sopporto! Mi portava sempre e solo carbone o cose da mangia'! E io volevo la coleco (plaistat del tempo)!!!!!

Scherzi a parte, i tuoi cazzotti li farei ... ma le nocciole mi sono vietate.

PS: Buon Anno dal Belgio!

il maiale ubriaco ha detto...

Ahah..sono d'accordo! Ed i tuoi cazzotti assomigliano molto ai miei bocconotti preparati questa estate. Buon anno. Ste-

De kokende mamma ha detto...

Io solo quest'anno sono riuscita a introdurre la Befana, che qui la credenza nazionale è san Nicola (Sinterklaas, che poi gli americani gliel'hanno fregato per farne Santa Klaus [storico] e li odiano per questo), e qui Sinterklaas lo prendono così sul serio che il sindaco (tutti i sindaci) viene ad accoglierlo per consegnargli le chiavi dela città, alla Befana invece nisba.

Comunque i miei figli l'hanno capita subito la faccenda, persino il perché dello spicchio di aglio, del mandarino, del lecca lecca e della macchinina. Vedi che conviene non averla la televsione in casa? Hai più gioco nel fargli i lavaggi del cervello in proprio.

A me l efana un paio di volte ha portato i trenini elettrici Lima, mi sa che piacevano a mio padre. La Barbie invece mai, eh?

Ma la vostra le lasciava le lettere? La mia si, quella dei miei figli anche e restano documenti di famiglia, conservati tra le copie dei testamenti.

loste ha detto...

@Macy: si qualcuno mi ha detto anche di S.Lucia... ma dove?
Eehh @Giovanna non ci son più le befane di una volta.
@Maurice lo sai che la Linetti esiste ancora e produce ancora la Brillantina in crema? Ne ho una confezione.
@Marzia anche io ho spadellato abbastanza sotto le feste... ma non come Maurizio ;)
Brava @Fiordisale ci vuole sempre qualcuno che riporti il resto del gruppo con i piedi per terra :)
@TFT ad un certo punto la befana è stata utilizzata come contraltare al buonismo di babbonatale. Buon anno anche a te.
Ciao @Ste alla fine gira gira cambiano solo i nomi :)))
@kokende benvenuta, siiii è vero rispondeva anche alle le lettere e ti diceva cosa dovevi fare per l'anno successivo... ma non mi ricordavo de sta cosa !!!!! Grazie.

salsadisapa ha detto...

ma pensa!! "cazzotti" era il vecchio nome dei baci perugina: poi hanno avuto l'intuizione di cambiargli nome! i tuoi invece sembrano buonissimi: vado matta per le nocciole :-) e che bella la foto!

Macy ha detto...

Io sono della provincia di Brescia, ma credo che S. Lucia passi anche a Bergamo.
La sera si prepara la farina di mais per l'asinello ed il caffè per lei; porta i giocattoli ma anche i "tradizionali" mandarini, noccioline e torrone... oppure il carbone.
E c'è anche il lato macabro: va in giro con gli occhi su un piattino, e se per caso un bambino si sveglia non la deve assolutamente guardare per non restare accecato.
E' molto meglio di BabboNatale, no???
ciao

The Food Traveller ha detto...

San Nicola (festeggiato in Belgio come in Olanda) e' bello. Tanti festeggiamenti e simili. In effetti gli americani hanno rubato il San Nicola Belga-Olandese, chiamato In modo leggermente diverso (Sint Nikolas -> Sinta Klaas -> Santa Claus) and messo in un giorno per loro di festa. Anche i colori sono gli stessi (questi rubati dalla Coca Cola).

Molto bello. Tanto che i miei figlio (quando arriveranno) si beccheranno sia la befana che san nicola.

Morrigan ha detto...

W la Befana! ^___^
e c'hai ragggione!
Gnam

Anonimo ha detto...

Piccolo valore aggiunto......dalle mie parti (umbria) babbo natale "non esisteva" sino a circa 20/25 anni fà perchè colui che portava i doni natalizi era il "Bambinello" (Gesù Bambino ndr.). La befana invece ha sempre rivestito un ruolo di "secondo piano" anche se personalmente se dei regali proprio debbono esser fatti preferirei che lo fossero da lei piuttosto che da un vecchietto che sicuramente mi sta simpatico ma che sbaglia il giorno per distribuirli......

Carburo

De kokende mamma ha detto...

I cazzotti li ho provati con delle varianti, ma buonissimi e semplici, hai ragione tu.

Infatti ho tentato di farli a memoria, poi sono andata un attimo a controllare sul tuo blog l'olio, che mi mancava un grasso nell'impasto e volevo essere sicura, e quando sono tornata in cucina il mio gnorpo di anni tre aveva già: rotto tre uova nell'impastatrice (Ok, quelle gliele avevo messe in mano io), aggiunti zucchero e farina che avevo appena pesato nella ciotola della bilancia, chiuso il coperchio con click di sicurezza del mixer e avviato la funzione pulse a velocità 4.

Hai bisogno di un apprendista? Te lo spedisco volentieri, referenziatissimo.

La variante, in mancanza di nocciole erano 100 g. di mandorle non pelate, 70 gr. di cioccolato al 99% e un tocchetto d cioccolato bianco, gli avanzi insomma. li ho tenuti in forno un 10 minuti in più, ma il mio è a convezione (boh? Non durava di meno la cottura con quelli? Vatti fidare).

elisabetta ha detto...

Ma sai che, proprio perchè porta cose (golose) da mangiare, la Befana a casa nostra riscuote molto successo? Si, babbo natale porta i regali (che tanto i miei figli, come tutti i figli, sanno già che siamo noi a comprarli) ma non ha lo stesso fascino, forse perchè qui nel veneziano la tradizione dei regali in questo periodo spettava solo alla Befana, credo che i bambini (i miei, almeno) percepiscano che dietro la Befana c'è arrosto mentre babbo natale è tutto fumo. A babbo natale gli puoi dare qualsiasi nome, la Befana invece resta la Befana.

loste ha detto...

@salsadisapa: ma dai !?
@Macy: bella tutta l'iconografia che sta attorno a queste cose, altro che babbonatale e i folletti!
@TFT: quindi hai deciso di stanziare in Belgio :)
@Carburoooo !!! Si è vero quella storia è fantastica !
@KOKmamma: Mmmhh, per caso ha una faccia furbetta capelli castani e occhi azzuri? Nato nel 2001?
@Elisabetta: bene tifate befana :))