30 gennaio 2008

Il sorcio, il ratto, la rat-a-too-ee

Il film mi era piaciuto. Ma poi parlarne sul blog, lo avevano già fatto un po' tutti anche la gentile signorina, mi era sembrato superfluo. Io vado al cinema dopo un paio di settimane dall'uscita del film quando va bene. Diciamo che di solito scrivo sul blog se ho cose da dire, altrimenti, magari, mi limito a dire la mia nei blog degli altri con qualche commento. In effetti da qualche parte credo di aver dichiarato che il film in questione, sottolinea quello che per me è il concetto di cucina: IL RICORDO. La scena della ratatouille mangiata dal critico Anton Ego, e il dejà-vu, che questi ha, della propria infanzia e della cucina materna, rappresenta la sintesi assoluta di questo concetto.
Perché dopo aver mangiato, quello che resta è solo: la memoria, il ricordo.

Ecco allora, che per me, era finita lì, passata, andata. Film bello, con tutti i luoghi comuni e gli strascichi bloggereschi, le chiacchiere e qualche polemica, ma comunque finito in un cassatto della memoria.
Se non che sabato scorso leggo una mail di Massimo che mi dice che devo fare l'Iron Blog. Lo sapevo che ero nei quarti o terzi, come dice lui, di finale, ma chissà perché lo avevo posizionato quasi a metà febbraio, tutto pensavo tranne che c'era anche questa. E poi qual'è il piatto della sfida? E sì, visto che "il sorcio" si è candidato a cinque oscar, il tema è "una ratatouille per Anton Ego". Ci ho pensato un attimo, se, dar sfogo alla libera interpretazione o se in "onore" (da che pulpito) di quel film e del suo successo, basarsi il più strettamente possibile all'immagine digitale di quel piatto che nel film vine servito al critico. Manco a chiederlo dove sia caduta la mia scelta, la seconda che ho detto, ecco allora la:

Car-too-n rat-a-too-ee



Ingredienti per 4 persone
1 peperone rosso, 1 peperone verde, 2 zucchine medie, 2 melanzane lunghe e sottili, 100 gr di zucca gialla già pulita, 200 ml. di brodo vegetale, 20 gr di parmigiano grattugiato, 10 foglie di basilico, 4 piccole cipolle fresche, 2 spicchi di aglio, olio evo, latte, vino bianco, sale e pepe.

Preparazione
Lavate le verdure. Abbrustolite i peperoni a fiamma viva, con cannello o direttamente sul fornello. Una volta completamente abbrustoliti, chiudeteli in un sacchetto di carta per dieci minuti. Spellateli, puliteli e separate la parte centrale dal fondo e dalla testa. Riducete la parte centrale a striscioline, salate e condite con olio evo, tenete da parte al caldo.
In un pestello sminuzzate il basilico e aggiungete olio evo, tenete da parte.
Pulite le melanzane, eliminando metà della buccia in quattro strisce longitudinali alternate, tagliate a fettine sottili, stendente su di un panno carta e salate leggermente. Nel frattempo, tagliate a fettine le zucchine, mettetele in un contenitore e salate anche queste. In una padella con poco olio evo fate appassire per qualche minuto la cipolla affettata sottile e gli spicchi di aglio, sfumate con vino bianco e lasciate evaporare. Allargate il soffritto in un pirofila da forno, disponete alternativamente una fetta di zucchina e una fetta di melanzana, ogni dieci di queste mettete un pezzo di peperone (testa e fondo). Coprite completamente la pirofila, pepate e aggiungete olio evo. Coprite con carta forno, o alluminio, e infornate per 50 minuti a 160° e poi altri 10 minuti al grill, eliminando la carta. Nel frattempo fate bollire la zucca in 200ml di brodo vegetale, quando la zucca è cotta passate il composto al minipimer. Rimette sul fuoco e lasciate addensare la salsa, incorporate il parmigiano e poco latte, salate e pepate.
Impiattate disponendo la ratatouille al centro del piatto, aggiungete parte dei peperoni arrostiti e fatti a striscioline, guarnite con la salsa di zucca e condite con l'olio aromatizzato al basilico.

23 commenti:

fiordisale ha detto...

ma io lo sapevo da settimana scorsa che il we passato sarebbe stato il turno tuo! Matti come l'ha presa, era contento dell'accostamento?
ai che da qua sembra una di quelle trottoline che si usavano da piccoli? A me piace molto, molto raffinata.
In bocca al lupo, sei l'unico omo, trai finalisti, cerca di vender cara la pelle, accidenti!
fiordisale

Gnocchetto al pomodoro ha detto...

concordo con fiordisale sull'eleganza e aggiungo che piace la descrizione semplice e puntuale! IN bocca al lupo ;)

saretta ha detto...

Bravo anche tu Marco!
certo che tra 2 orze della natura è un bel duello...;)
Saretta

Viviana ha detto...

Marco che meraviglia!!!! Ero davvero curiosa, e la tua interpretazione mi piace un sacco!! Puff paant... ecco adesso godiamoci l'attesaaaa ah ah ah
Un bacio grande!!

stelladisale ha detto...

in bocca al lupo!

RENZO ha detto...

Bellissima la tua ratatouille, in bocca al lupo!

Curiosità, l'avevi mai mangiata prima?

loste ha detto...

Grazie ragazze !
@Renzo: se intendi la Rata in genere, si e in tanti posti Francia, Svizzera, Spagna... Ma la mia è più buona ;) scusa se pecco di presunzione.

Loste

Moscerino ha detto...

solo tu potevi farla più bella di quella di un cartone animato! ma sai che quando ho visto il film (e poi la ricetta era su cucina italiana di quel mese) avrei voluto provare a farla pure io ma non ho avuto il coraggio? adesso mi sa che faccio la tua...
la foto come sempre è bellissima
in bocca al lupo
P.S. stavolta però anche la tua sfidante è stata brava...non saprei proprio scegliere!

caravaggio ha detto...

se le trasposizioni fei film in cucina ti vengono cosi saporosi vacci più spesso buona serata

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

Profumo, colore, sapore... in bocca al lupo :o)

Maurice ha detto...

Il cibo come ricordo l'avevi scritto da me a commento, appunto, del post su Ratatouille.
Complimenti ed in bocca al lupo!

elisabetta ha detto...

Condivido al 100% il tuo concetto di cucina, se non fosse così non cucinerei e non ne parlerei in un blog. Ciao e in bocca al lupo per la sfida

salsadisapa ha detto...

accidenti sembra davvero quella del cartone animato! complimenti, dev'essere buonissima... in bocca al lupo per la sfida :-D

Gatadaplar ha detto...

Volevo dirti che ti ho assegnato un Premio e... rimango basita davanti a quesa foto! :D
A me il film è piaciuto tantissimo anche se ho letto delle recensioni che l'hanno davvero "scannato" (alcune addirittura hanno trovato dei risvolti psicologici che secondo me chi li ha scritti si è sparato prima in vena qualcosa... :DDDD ) e la tua foto mi ha ricordato quanto basta poco ad ammorbidire un'anima sola :)
Purtroppo io però sono intollerante al peperone, in qualsiasi modo venga trattato o cucinato, sto male davvero... mi potresti suggerire altre verdure con cui potrei sostituirlo? Tante fusa! =(^.^)=

Fabrizio ha detto...

"Ci rendi felici", ipse dixit.
Passi a ritirare il premio?

ciao

Fabrizio&Chiara del Monolocale

(onore alla rat-a-tu-iiiie, davvero identica!)

JAJO ha detto...

Bhe, se per ora puoi accontentarti del "mio" premio: http://viaggi-cucina-e-io.blogspot.com/2008/02/top-ten.html.

In bocca al lupo per le finali !!!
Jacopo

MisterQ ha detto...

Lei è LA ratatouille !
:)

The Food Traveller ha detto...

Ho fame ..... e' gia finita???

fiordisale ha detto...

onore ai vinti

CoCò ha detto...

anche se non hai vinto la tua versione è meravigliosa, come vorrei averne un piattino davanti in questo momento

loste ha detto...

Bé grazie a tutti, si volta pagina e si va avanti... alla prossima settimana di "carnoale".
Loste

mamma3 ha detto...

Oh mio Dio, è identica anzi forse anche un pò più bella di quella del cartone animato..c'è anche la salsina! Mi sono convinta a prepararla, bravissimo
Elga

llkitchenll ha detto...

e a proposito di ratatouille.. ecco in anteprima gli spot TV del film! http://it.youtube.com/llkitchenll

ciao!!

llkitchenll