16 ottobre 2007

Il giorno del pane

Il pane è lavoro , è sudore, è fatica. Dissodare la terra, seminare, raccogliere, macinare. Il pane è notte, è dormire di giorno. Il pane è freddo fuori e caldo dentro. Il pane è una vetrina sempre appannata. Il pane è smettere di lavorare quando gli altri cominciano. Il pane è profumo, fragranza, gioia. Il pane è camminare al passo con mia nonna e staccare pezzi di pane dallo sfilatino che porta in borsa. Il pane è il racconto della fame, quando la farina era di ghianda o castagna macinata, e il companatico era una salsiccia o un'aringa abbrustolita. Il pane è la merenda di quando eravamo bambini. Pane e marmellata, pane acqua zucchero e vino, pane olio e sale, pane e pomodoro. Il pane è memoria, dacci oggi il nostro pane quotidiano, buono come un pezzo di pane.


La prima volta che mangiai questo pane fu in un rifugio tra Svizzera e Italia. Fuori il mondo non c'era più, cancellato da una bufera e l'unica speranza era quella casa abbarbicata sul confine a tremilacinquecento metri. Ci riparammo lì, un gruppetto di una decina di persone e i due gestori. E visto che quando non hai di meglio da fare è bene bere e mangiare ci mettemmo seduti vicino alla finestra a guardar passare la tempesta. Una zuppa d'orzo e poi questo pane scaldato con un pezzo di formaggio e di speck. Sarà stato il freddo o il pensiero di rimaner lassù bloccato, ma quel pane era buonissimo, un:

Pane nero con fichi e noci



Procuratevi della farina integrale già preparata o fate voi una miscela con 400 gr di farina 00, 500 gr di farina Manitoba e 100 gr di cruschello o farina integrale. Impastate la farina con 3 cucchiai di olio, 1 cucchiaino da caffè di sale e una presa di zucchero, aggiungete 40gr di lievito di birra sciolto in acqua tiepida, o se lo avete meglio un lievito madre. Impastate aggiungendo acqua fino ad ottenere un impasto morbido ma consistente. A questo punto aggiungete dei gherigli di noce spezzettati grossolanamente e dei fichi secchi tagliati a pezzetti. Io ho usato un tipico lonzino di fico marchigiano. La quantità la decidete voi. Lasciate lievitare per un paio d'ore. Poi formate tre o quattro pagnotte, che disporrete in una placca da forno unta o coperta da carta forno. Lasciatele lievitare ancora per almeno un'ora. Poi cuocete in forno a 180° per 45 minuti.


Servite caldo o riscaldato in forno, accompagnato da speck, lardo sottilissimo, e salame. Provatelo con un formaggio morbido o erborinato, un gorgonzola da cucchiaio, che si scioglie sopra. E poi capirete perché quel giorno quella tempesta avrebbe potuto durare anche una vita.
Questo post partecipa al "World bread day"

16 commenti:

Lory ha detto...

Troppa fatica partecipare a certe cose ;-)però il pane l'ho fatto anch'io con la ricetta di Scribacchini.
Delle pagnottine buonissime con farina bigia :-)
Io adoro il pane, e di questo ne immagino il profumo ;-)
Io continuo a girovagare nèèè !

Luc ha detto...

il pane, la cosa più buona che c'è !!
pagnotta che sia o altro, da stordircisi con il suo profumo, da intengere nel sugo, con un pezzo di salume o formaggio, con la cicoria ripassata e lasciato ad assorbirne l'olio, con spalmato sopra qualsiasi cosa, con acciughe e burro, con la crema di pistacchio o di marroni, anche con la nutella, o con tutto quello che volete. o da solo. sempre.

k ha detto...

Questo pane è una meraviglia (e non avevo dubbi sul fatto che avresti postato un pane meraviglioso), ma oggi sono finalmente riuscita anch'io a panificare qualcosa di decente. Tutto merito del World bread day :-)). Ora che sto finalmente imparando proverò a copiarti questo al più presto. buona serata!

Chef Vellino ha detto...

Complimenti che bel pane che hai postato per il world bread day,penso che sia una bellissima iniziativa a cui anch'io ho voluto partecipare con un cestino di pane

Giovanna ha detto...

mi fate invidia!! aveste postato del pane bellissimo tutti...

The Food Traveller ha detto...

ciao, ho scoperto il tuo blog tramite Lory ... ti verro a trovare.

Buoo il pane, ma il risotto sul blog di Lory e' anchr meglio!

perec. ha detto...

lo farò! sembra davvero un pane meraviglioso, e io ho giusto giusto della farina che fa al caso... grazie per la ricetta.

zorra ha detto...

anche io lo faro!
mille grazie per tu participacione in WBD.

marzia ha detto...

chiedo scusa per non aver celebrato il giorno del pane, anzi... ieri ho mangiato del pane del giorno prima, ma era talmente tardi ed avevo talmente fame che... per la stanchezza quasi non mangiavo più!
celebro allora in ritardo dicendo che il mio profumo preferito in assoluto e quello del pane. ricordo anche il mio primo viaggio in inghilterra, ragazzina poco più che bambina, da sola nella famiglia che mi ospitava, dove il pane in tavola con compariva quasi mai (oppure soltanto quando non era indispensabile... tipo già tagliato coperto da un orribile burro, come accompagnamento di una minestra), ed a me mancava quasi più della mamma!

loste ha detto...

Grazie a tutti per i complimenti. E' vero Marzia in quel paese il pane può mancare più degli affetti.
Loste

gatadaplar ha detto...

Ciao LOSTE! :)
Anche tu hai partecipato alla giornata del Pane!!! Anch'io!!! :DDD
E ho scoperto che frequentiamo gli stessi ristoranti!!!! Ovvero: Pinocchio di Arcevia! Ma daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii :DDD
Il ragazzo che lo gestisce è troppo gentile! Pensa che faccio la collezione di etichette di vino, liquori e birra ed è venuto fuori una sera durante una cena e le volte successive mi ha letteralmente riempita di bottiglie (vuote :DDD) da specettare!!!! :D
E' un pò che non passiamo da quelle parti ma ho voglia di tornarci perchè ci si mangia davvero bene! E chissà se si ricorda di una pazza che entra con la fame e se ne esce con cassette di vino vuote :DDDDD

cuochetta ha detto...

O mammina bella...
oggi in giro per TO con Lory abbiam parlato anche di te che (chiedo venia) non conoscevo... e poi qui mi leggo queste belle parole sul pane e questa ricettina niente male... DENG... colpita e affondata...

clap clap a Lory per la dritta e un ciao a te, Loste...grazie ancora per questo post!

Verena ha detto...

Loste, I just fell in love with your picture...I love bread and also participated in the World Bread Day and bit by bit I am visiting all the blogs that sent recipes also.
Is is to ask to much of you to send me the recipe in English? I do understand a little bit of Italian, but have to confess is not so easy to me.
Thank you and congrats for the bread.
Cheers,
Verena

www.mangiachetefabene.wordpress.com

Aiuolik ha detto...

Provato, mangiato e pubblicato :-)
E' tutto documentato qui!

Grazie per la ricetta!
Ciao,
Aiuolik

zorra ha detto...

I just baked this bread with a little variation. It is sooooo delicious!

chez munì ha detto...

mi hanno appena regalato 1 kg di farina di tumminia .. farina nera tipica della zona di castelvetrano di trapani..molto famosa.
una farina difficile da gestire..
credi io posso usarla per la tua ricetta del pane nero??