14 settembre 2007

Colorarsi la vita

Ci sono giornate con poco colore. A volte momenti, altre volte periodi, anche lunghi. Quelli che tutti, solitamente, chiamiamo "grigi". Ci sono modi diversi per viverci dentro, chi parla, parla e racconta. Chi lo fa piangendosi addosso. Chi neanche se ne accorge e ci "muore". Chi resta in silenzio, tutto dentro la mente persa in pensieri veloci, irraggiungibili per tutti.

Ci sono tanti modi anche per uscirne, e ritrovare un po' di colore. C'è chi si affida ad una tazza di cioccolato caldo, chi se ne va a fare una chiacchiera con un nonno, chi invece parla con il cane del vicino o con gli uccellini. Io cucino, metto la testa nelle padelle, e più il grigio è quasi nero e più mi complico la vita. Un menù completo, compreso di tre o quattro tipi di pane, o una pasta veloce.

Magari una mezzamanica con zucchine e melanzane, saltate in padella con poco olio e salate solo a fine cottura. Una salsa base con tanta cipolla appassita, piano, piano in padella con poco olio e l'aggiunta di poca acqua di tanto in tanto. Quattro pomodori san marzano, belli rossi, senza pelle e semi, fatti a pezzetti e scottati, questa volta a fiamma viva insieme alla cipolla e ad un rametto di basilico, per cinque minuti. La pasta che ci salta dentro, le verdure che cadono nello sfrigolio della mantecatura, ancora acqua della cottura della pasta se serve. Il braccio sinistro che duole a forza di far saltare. Qualche pomodoro confit, che addolcisce il tutto, una manciata grande di parmigiano grattugiato. Una crema di mozzarella di bufala alla base del piatto e sopra la pasta, di corsa a sedersi. La prima forchettata che scotta la lingua, le teste basse sul piatto, i sorrisi ammiccati appena. Come sta il cane? Bene, bene. E gli uccellini? Volati via ....;)

8 commenti:

k ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lory ha detto...

Le cose semplici della vita,chi lo disse?
...Io sono sempre incantata...

il maiale ubriaco ha detto...

sembra di stare qui da noi, all'aperto, in campagna. Un buon fuoco, una pentola di rame e basilico fresco. Aglio, verdure, bufala ancora calda e pane cafone cotto a legna. Ste-

adina ha detto...

sembra di stare qui a milano, il cielo limpido, il pianoforte suona, profumo di miele. pane nero, banane, tutto ciò che riesco a conservare qui in studio. e la mente va... forse a qualche novità che fa un po' paura.

Maurice ha detto...

Ottimo rimedio contro il grigiore.
A proposito: ma sono le influenze astrali? Anch'io ho avuto una giornata del c****, ed infatti non avevo nessuna voglia di scrivere.
Speriamo meglio domani.

Giovanna ha detto...

Buongiorno, io torno fresca fesca da una settimana di pausa.... niente grigio e niente cucina... sono più carica e ho alcune idee, ...vi mando un sacchetto della mia energia, fatene buon uso... e cucinate lo stesso.
Questa pasta la faccio oggi... che il rappresentante galbani me ne ha regalato un cartone... ;)

MisterQ ha detto...

Un po' di pensieri ed io sono malmostoso.
Biscotti alla cannella e al cioccolato, gesti ripetitivi, formine, inforna sforna...

tartablu ha detto...

A Roma c'è il sole... vuole un pezzetto?
Oppure un po' di vento bruxellese che soffia via il grigio?
Lei chieda che noi inviamo tutto in un bel pacchetto con fiocco.
Un abbraccio ;-)