18 settembre 2007

Tre cose tre


La prima è che l'idea di questa ricetta l'ho avuta leggendo il post di questa ragazza, proprio qui.
La seconda è che mi sono accorto che, nel mare di str***te che invadono le cassettiere e gli scaffali della mia cucina, io non ho i cerchi da mousse. Ora è vero che ho poco tempo, ma bisogna che questi cerchi me li compero. E poi appena trovo una giornata di tempo, butto tutto quello che viene usato meno di una volta ogni sei mesi. Quindi la mia mousse non era una monoporzione, anzi, giocoforza ho optato quindi per uno stampo da dolce con il bordo asportabile. Siamo a livello di un chirurgo che opera con un "marraccio"
La terza e che non ho seguito la ricetta di K, che sarebbe la ragazza di prima, ricetta, che poi è la ricetta di Adina, la ragazza simpatica che nel post precedente si è fatta quattro risate ;). Comunque per la ricetta ho fatto di testa mia. Come d'altronde succede da quarantanni a questa parte.



La ricetta di questa

Doppia Mousse con frutti di bosco


recita sostanzialmente questo:
Per la base: biscotti secchi circa 250 gr. finemente sminuzzati e in cui incorporare 75 gr circa di burro fuso. Il composto va schiacciato bene,a formare un fondello consistente.
Per la mousse al cioccolato: 150 gr di cioccolato almeno al 55%. Io ho usato la selezione Cuba della Lindt. Farlo sciogliere a bagnomaria, con 100 ml di latte e 100 ml di panna, a parte separare i tuorli di due uova, aggiungere uno o due cucchiai di zucchero e montare, incorporare poi i rossi montati al cioccolato, girando energicamente. Incorporate ora un foglio di gelatina ammollato in acqua fredda per qualche minuto. Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare. Montare i due albumi a neve e incorporare delicatamente al cioccolato senza far smontare, con un movimento rotatorio dal basso in alto. Versare nella forma e lasciar raffreddare in frigo fino a ottenere una buona consistenza.
Per la mousse di frutti di bosco. Mettete 4/5 cucchiai di frutti di bosco misti in un padellino antiaderente, aggiungere un bicchiere d'acqua e due cucchiai di zucchero. Portare ad ebollizione per un paio di minuti, recuperare un bicchiere del succo e tenere da parte, Passare il resto al passatutto e filtrare al colino. Aggiungere la salsa filtrata di frutti di bosco a 500 ml di panna che avrete portato a 85 gradi. Incorporate ora tre fogli di gelatina anche'essi ammollati in acqua fredda per qualche minuto. Lasciate raffreddare e poi aggiungete sopra la mousse di cioccolato che deve essere talmente densa da sostenere il peso della nuova intrusa. Rimettete in frigo e lasciate raffreddare. Una volta addensata anche la mousse di frutti, preparate uno sciroppo con il liquido che avete tenuto da parte, a cui aggiungete poca acqua e un cucchiaio di zucchero. Portate ad ebollizione e incorporate due fogli di gelatina che avrete ammollato .... come prima
Disponete dei frutti di bosco sopra la mousse che ora sarà rappresa e versate lo sciroppo rimettete in frigo e andate a dormire che nel frattempo si è fatta notte e non è il caso di continuare :))))



Questa ricetta è oggettivamente lunga da leggere e da fare, talmente lunga che a me alla fine non andava proprio di mangiarla. Debbo dire però, che chi non ha vissuto in prima persona le vicissitudini preparatorie, ha felicemente gradito. Talmente tanto che la prima fetta nonostante le raccomandazioni sembra tagliata con lo strumento di prima.
Conclusione i dolci fanno felici. Tanto. E allora se un mio dolce strappa un sorriso a mio figlio, uno schiocco di lingua a mio nipote, ben venga la lunga ricetta.
Grazie K e grazie Adina.

10 commenti:

k ha detto...

Lo sapevo che ti sarebbe venuta benissimo! E la variante "mousse da affettare" è perfetta :)
Con la scusa di "migliorare l'estetica", copio/incollo con le tue varianti e risperimento presto. A me però manca il termometro. Mi domando: perché non ho mai tutto quello che mi serve? E, al contrario, ho la cucina piena di oggetti inutili, tipo il decoratore di verdura a forma di stellina, oppure l'arricciaburro, o mille formine diverse per i biscotti quando ne vorrei solo una rettangolare o...vabbè è ora di andare a nanna...
buona notte e grazie :)

adina ha detto...

convinta convinta!!! grazie mille, mi ha fatto piacere leggerti. e questa mousse poi? è super accidenti.. io mi chiamo elena! :-)

Lory ha detto...

Ma che bella questa variante e come sempre bellissime anche le foto!

lefrancbuveur ha detto...

ci credo che meritava!

Jelly ha detto...

Ma uesta mousse è bellissima! Forse un po' laboriosa, ma ne vale sicuramente la pena.

Maurice ha detto...

Cerchi da mousse, intendi quelli piccoli (10-12 cm) o quelli grandi da torta?
Pensa che quelli piccoli li ho comperati a Parigi perché nel mio piccolo mondo periferico non sapevano neanche cosa fossero, come le pinzette per deliscare il pesce, tanto per capire come si lavora in certe realtà.
Se ti interessa, il negozio di Parigi è anche online:
http://www.e-dehillerin.fr/index.php

chiara ha detto...

Spettacolare!! Bravo bravo bravo!!

K il problema è comune!! Anche a me manca sempre qualcosa....ma arrangiarmi mi fa divertire ancora di più!! Anche se per esempio misurare con il dito la temperatura della salsa a 85° non è poi così diveretente!! :))

SCRAPUCINA ha detto...

questa meraviglia di dolce è da copiare in assoluto!! anche se non credo di avere speranze di emulare neanche vagamente l'opera d'arte in questione, mi hai fatto venire una voglia matta di provare a farla!!!!!
ciao ciao!
Francesca

ciboedintorni_at_yahoo_punto_it ha detto...

Ho fameee1 Mi tengo la tua ricetta per il dolce. Ciao e complimenti.

loste ha detto...

Grazie a tutte e a tutti per le visite. E' un periodo un po' strano, di corsa, e chiedo scusa se non mi fermo per rispondere ai vostri commenti.
Loste