27 marzo 2010

Tradurre i consigli

Fuori dalla finestra sono esplosi i ciliegi, i rami si muovono adagio nell'aria del mattino, oscillano leggeri, i petali in precario equilibrio. Il loro riflesso sui quadri dello studio ci avvolge.
Lui seduto al mio solito posto, legge i commenti di chi mi consiglia come cucinare gli ultimi tortelli. Ha un' espressione incuriosita, un sorriso gli si allarga leggero, ogni tanto gli occhi mandano segnali di meraviglia, incredulità, diniego assoluto. Lo vedo arrestare la lettura, concentrarsi, cercare di forzare le sinapsi per immaginare i sapori. Concorda su molte cose, per altre rimane sorpreso, quasi una mia fotocopia senza esserci parlati.

Intanto fuori la primavera sta strappando i fiori dal ciliegio, una nuvola di petali rosa volteggia sopra il giardino, atterra sul terrazzo e si rincorre come in un gioco di bambini.
Resterei a guardare questo vento leggero, passare oltre il ciliegio, aldilà di quel campo , immaginarne la strada. Vederlo superare le colline davanti casa, salire verso le fondiglie, poi alzarsi più in alto mentre si infila tra Cabernardi e Camarano. Lo vedrei correre lungo questa terra, laggiù dove una striscia di pianura costeggia l'azzurro del mare, oggi gonfierà qualche vela e soffierà la sabbia tra i capelli dei bimbi che giocano sulla spiaggia.

Mi tocca una spalla, mi strappa dal volo, un lieve accenno e si avvia verso la cucina. Mi alzo da questa poltroncina affacciata su questa primavera, è ora di cucinare i:

Tortelli di agnello e carciofi in crema di patate e asparagi




Qualcuno tra i commenti dei consigli ha detto che gli asparagi avrebbero coperto: non è così. Invece coprono molto lo zafferanno in pistilli sciolto in un brodo vegetale leggerissimo e incorporato in una crema di patate. Anche la liquirizia ci è sembrata piuttosto "decisa", e anche i due centimetri di tubetto mutti, e tanto per non lasciare niente di intentato anche un sughetto di pomodoro leggero con un poco di scalogno, ci ha lasciati così, poco convinti. La crema di parmigiano ci sta e anche con fettine sottili di carciofo fritto sopra, e anche l'idea di crema di topinambur non è male, anche se poi alla fine abbiamo preferito un'altra strada.

Per quattro persone.
In 300 ml di acqua fate sobbollire due piccole patate e tre asparagi, fate superare la cottura alla verdura, mettete da parte quasi tutto il brodo, lasciandone solo un poco e passate le verdure al passaverdure, rimettete sul fuoco salate e condite con un cucchiaio di parmigiano grattugiato, fate appena alzare il bollore affinché il parmigiano si sciolga. Correggete la consistenza con il brodo tenuto da parte e poi tenete in caldo. Mentre lessate i tortelli in una padella fate scioglire il fondo di cottura dell'agnello che avrete tenuto da parte, profumandolo con un rametto di rosmarino che poi toglierete. Scolate i tortelli e finite la cottura saltandoli nel fondo di agnello. Impiattate con la base di crema di patate e asparagi nel fondo del piatto, adagiate sopra i tortelli e guarnite con un asparago a filetti, precedentemente scottato e sbianchito.



Grazie per i Vostri consigli !

11 commenti:

Genny ha detto...

io i consigli li prendo da qui...altrochè dartene...

deny ha detto...

Ma che consigli vuoi, con questa squisitezza!!!!!!!!!Francamente non saprei da dove incominciare per mangiarli. Numero indecifrato. Ottima idea anche se un pò lunghetta da fare. Buona notte deny

enza ha detto...

con la primavera arriva il nervosismo e i mille acciacchi di sempre.
sarà che non ho più il fisico.
hai arzigogolato un pò così non ho capito se lo zafferano era coperto dagli asparagi o chi copriva cosa se qualcosa era coperto.
così facendo mi arzigogolo anche io.

Loste ha detto...

Si possono anche dare @Genny

No non è lunga @Deny prova !

@Enza Le ricette provate sono state:

1.Tortello saltato al burro su crema di patate e zafferano;
2.Tortello saltato al burro con polvere di liquirizia;
3.Tortello in salsa Mutti con ubo grattugiato;
4.Tortello in salsa di pomodoro fresco e scalogno;
5.Tortello al burro con crema di parmigiano e carciofi fritti;
6.Tortello su crema di carciofi saltato su fondo di agnello.

e poi quello che vedi pubblicato. I numeri li ho messi per provare disarzicocolarti :)

Patrizia (melagranata) ha detto...

Perfetti.
E come sempre quel che scrivi è poesia. Incanto.
Buona Pasqua.

Gambetto ha detto...

A fine lettura ho quasi avuto la sensazione che fosse più complicato spiegare che provare a rifarli...mi sbaglio?! ;P
Bello il post iniziale, l'ho letto due volte :)
Buon inizio settimana

lacquadorosa ha detto...

Lo sapevo che alla fine avresti trovato la ricetta "perfetta"... non mi resta che copiare!!!!
Come al solito bravissimo.
Carla

Loste ha detto...

Buona Pasqua @Ptrizia e grazie :)

No non ti sbagli @Gambetto è più difficile dirlo che farli. Grazie :)

La ricetta "perfetta" !! Addirittura @Lacquadorosa, comunque grazie :)

silvia ha detto...

attendo lumi sullo sbiancamento dell'asparago. bellissima la ricetta. ma davvero le hai provate tutte? la prossima fotografi il tuo dito vicino al tortello pe farci vedere le dimensioni? (del tortello of course) con le richieste per oggi ho chiuso. anzi no...mi canti maledetta primavera?
ps: meraviglioso sous chef

Loste ha detto...

Sbianchire vuol dire sbollentare velocemnte, io lo faccio portando ad ebolizzione l'acqua, immergo la verdura pulita per un minuto e poi la passo in acqua e ghiaccio. A questo punto puoi farci quel che vuoi il colore sarà di un verde brillante... Per la foto devi aspettare che torno nella casa dove sono i tortelli : ) ... Voglia di stringersi e poi/vino bianco, fiori e vecchie canzoni/e si rideva di noi/che imbroglio era/maledetta primavera

Patty53 ha detto...

Bravo Loste,un pochino mi sono avvicinata.....hai preso il fondo di cottura dell'agnello....io avevo detto una cremina di carciofi e tu hai optato per gli asparagi...sicuramente delicati e si addicono al piatto...bene ottimo piatto!!!!!ciao!!!