29 agosto 2008

Sono un "porco" !

La riunione langue lenta e noiosa, le slides che appaiono sul video sono una massa colorata informe, in cui righe di parole si perdono, in una sintomatologia daltonica indotta da chi ha preparato la presentazione. Quanto strada bisogna fare per capire che dopo la quinta slides la curva dell'attenzione scivola sotto il tavolo, serpeggiando tra i cavi dei computer?
Il collega alla sinistra è concentrato sulla stessa presentazione ma stampata su carta, anche qui: ma se la proietti a video perché dopo la stampi? Giusto per far fuori quei due o tre alberi di carta al mese? E' già la terza volta che chiede se dobbiamo leggerla tutta, la risposta è vaga forse allusiva, ma non la registro.
Di fronte c'è un consulente che sa la metà delle cose che racconta, e di questa metà ne ha capita un due terzi scarsi... non fate i conti siamo al 33% della conoscenza. Ogni tanto una telefonata distrae il gruppo, creando un ritorno evidente della curva dell'attenzione, che stancamente si riaffaccia dal bordo del tavolo, per riscomparire immediatamente al ritorno di colui che ha ricevuto la telefonata: il quale a quel punto deve essere riaggiornato sulla mezza pagina persa.
Prego il cielo che qualcuno mi chiami o mi mandi un messaggio, in modo che anche io possa abbandonarmi ad argomenti più reattivi e meno soporosi. Il caffè è finito, l'acqua è dalla parte opposta del tavolo, e alzarsi vorrebbe dire far perdere la concentrazione al "pozzo di scienza" con gravi ricadute sul tempo totale impiegato, a spiegarci cose che già sappiamo. Distrattamente conto le pagine che restano, di questo passo la mattinata verrà bruciata da questo importante meeting. Penso alle cose che ho da fare, e comincio a farmi montare da un'ansia da tempo perso, molto poco professionale. Cerco a fatica di controllare la mimica facciale, evitando che pensieri tipo "Ma quante *** stai raccontando!?" possano solo trasparire da un angolo della bocca o da uno sguardo di vaga commiserazione.
Uno strano rumore riporta tutto il tavolo, compresa la curva di prima, a guardare dalla mia parte. Il rumore si ripete, una leggere vibrazione amplificata dalla grandezza del tavolo. E' come vincere una piccola somma al lotto, è il mio telefono, ma mi ci vuole per accorgermene d'altronde sono antico.
Leggo il messaggio, prima distrattamente poi con attenzione, il mittente di solito non messaggia a quest'ora, clicco sul link mi si apre la pagina e leggo l'articolo curioso, avido, sorpreso. O caz...pita chi l'avrebbe mai detto: sono un "porco" ! !

Il polpo pornografico



Niente di che a livello di ricetta, un polpo di media grandezza che va cotto, se siete fortunati ad averlo, in un forno a vapore, oppure bollito in abbondante acqua salata finché non risulti morbido. Una volta freddato, va spellato in maniera grossolana e tagliato a pezzetti, servito con patate, queste si cotte al vapore, e condito con olio evo buonissimo, prezzemolo e un paprika dolce leggermente affumicata, regalo magari di qualche caro amico che bazzica tra Spagna e qui.
E poi mettetevi davanti a questa foto e diventate anche voi tanti pornografi del cibo.

P.P. Ah ... ripetete velocemente per tre volte il titolo della ricetta.

16 commenti:

Maurice ha detto...

Pornografia allo stato puro! Allora è vero: più diventiamo vecchi più diventiamo porchi. Speriamo che le nostre signore siano felici.

marzia ha detto...

e le donne, cosa diventano? ;-)
scherzi a parte, ho un polpo che cuoce in questo momento, ma è solo uno degli ingredienti dell'insalata di mare che preparo per il mio lui che mi raggiungerà domani... buffo, vero, che un uomo dei monti ami così tanto l'insalata di mare?!
...polpo, seppioline, cozze, totani, calamari, gamberetti, limone di casa mia, peperoni verdi a tocchetti, olio evo, prezzemolo, erba cipollina, due foglie di basilico ed una spruzzatina di peperoncino secco, sempre del mio orto (come i peperoni e le erbe aromatiche)

LAPO E. ha detto...

...haa il polipo...con la lingerie nera e di pizzo...,sono tutto eccitato in un bagno di sudore!!!!!!!

MisterQ ha detto...

A me resta un dubbio grosso così.
Come si cuoce il porno-polpo ?
Perché ci sono quelli che lo sbollentano e lo raffreddano e poi lo risbollentano e poi..., quelli che lo sbattono mille volte finché non confessa...
Insomma, a me più che un porno-polpo, sembra un polpo-pulp.
E tu come lo cuoci ?

nishanga ha detto...

Bhe, davvero stò polipo, come tutte le altre tue foto, è da delirio...
E, nonostante le cazzate senza risparmi di una Repubblica oramai più che alla frutta, penso che, sotto sotto,questa volta le sue ragioni ce le abbia: metti le tue foto..non sò libbbidinose?
E' per questo che all'invito di Leonardo quì
http://www.blogfest.it/2008/08/27/mba-macchianera-blog-awards-1-il-red-carpet/#more-98
chi avrei potuto votare se non il
più ........ - e quà i puntini ci azzeccano, come dice il nostro.
e voi che fate, non votate??

Loste ha detto...

E si caro @Maurizio gli anni che avanzano, l'esperienza... felici? 'Spetta che chiedo ;)

Eeh trattato bene il piccolo è @Marzia ?! :)) Bè ditecelo voi cosa diventate... ;)

Bé @Lapo pensare ad un polpo in lingerie mi viene male :(

Caro @Q se il "ragazzo" è fresco non serve picchiare, freddare, risbollentare, basta bollire per 45 minuti (1Kg di polpo ca.) e lasciar freddare nella sua acqua, questo è il passaggio chiave altrimenti è come addentare un copertone P6000.

@Nishanga oohhh che onore ... non sapevo che c'era un concorso ... 'ndemo tutti a votare !!!

Loste

nishanga ha detto...

Nell'euforia mi ero dimenticata di dirvi che in Grecia nell'acqua di cottura ci mettono anche dei tappi di sughero; vi può tornare utile specie con le piovre..

berny ha detto...

Uhmmmmm, con tutte quelle tettarelle...!!! :DD

Loste ha detto...

@Nishanga: tappi di sughero, chissà perché?!

@Berny: benvenuto, interessante il tuo blog e anche il tuo negozio, ma vi siete chiamati sempre in questo modo ? :| Risposta anche in privato :)

Loste

verdeve ha detto...

ho sempre affermato che per me il cibo rappresenta uno dei più grandi e favolosi piaceri,spesso i miei amici se ne rendono conto anche solo guardandomi cucinare e o mangiare ..ma se qualcuno dovesse etichettarmi come "food porn victim"proprio nn mi rallegrerebbe..

cmq non so se possa interessare,ma il polipo lo lesso in acqua fredda direttamente e poi lo lascio raffreddare sempre nella sua stessa acqua..risulta cosi sempre morbido..
buon lunedi..che qua a firenze è grigio tristezza

berny ha detto...

Ciao Loste, grazie mille!! a presto

nishanga ha detto...

@ Loste
Per cuocerlo più in fretta; se è grande ce ne vuole di tempo perchè intenerisca..

Loste ha detto...

@nishanga: proveremo con il sughero allora ... grande !!

berny ha detto...

Ciao!, ti abbiamo asseggnato un premio, quando vuoi... a presto.

Martha ha detto...

Oh, quell'articolo mi ha lasciata di stucco. I foodblogger sono praticamente tutti porci (... mica per niente il mio sito si chiama Oink :D) e maniaci del porno-food :D
Se penso solo a quanto tempo si può spendere per scattare una bella porno-foto di una propria ricetta :)

Bel food-porno-blog, comunque ;)

lilli ha detto...

nella cucina ligure, ricetta del polpo all'inferno si mette anche il tappo di sughero

noi liguri come i greci o i greci come noi? ;-)

la ricetta fa venire l'acquolina anche dopo pranzo