12 gennaio 2009

Facile come ...

Qualcuno deve pur ricominciare. Qualcuno lo deve pur fare.
Che poi ricominciare è ben diverso da cominciare. Iniziare qualcosa ha un che di avventuroso, di scoperta, di costruzione. Ricominciare da il senso dello scontato, del conosciuto, del tenere in piedi. Vediamo allora di (ri)cominciare.
Un mese fa circa ho postato la mia ultima ricetta che fosse commestibile, l'ultima era tutt'altra cosa. Quindi che cosa pensate possa accadere in un mese? Ecco appunto niente !
E' stato un Natale come tanti altri, anche se qualcuno aveva pronosticato un "Natale meraviglioso". Io son stato zitto, perché non è che puoi star lì sempre a fare il bastian contrario. Se non constatare poi che anche chi aveva fatto il pronostico alla fine si adeguato ad un natale normale se non peggio.
E' stato un fine anno come tanti altri, anche se qualcuno aveva pronosticato, un fine d'anno scoppiettante. Io son stato zitto, perché non è che puoi star lì sempre a fare il bastian contrario. Zampone e lenticchie un po' di purè, una tombola con "Spaccaball" e "Chi?Che?Co?Io?" che poi finiscono sempre in grandi litigate e se non ricordo male sono andato a letto prima della mezzanotte. Anche in questo caso il pronosticatore alla fine ha dovuto ammettere anche per lui non è che sia andata molto diversamente.
E' stato un inizio anno come tanti altri, anche se qualcuno aveva pronosticato "vedrai ti divertirai e scierai tanto". Io son stato zitto, perché non è che puoi star lì sempre a fare il bastian contrario. Però al secondo giorno mi sono rotto una tibia. E anche qui il pronosticatore non ha detto nulla.

Ecco diciamo che è stato tutto normale alla fine le cose che succedono son sempre le stesse. Che vuoi ci si adatta e ci si accontenta, come dicevo un post fa ? Del poco che è quasi nulla.

Ecco però prima di Natale ho sentito Lei, che anche Lei è ora che ricominci .... Quel giorno volevo provare una pentola a lenta cottura, che avevo appena comperato (slowcooking dicono nella perfida Albione) pensavo di farci un coniglio, addirittura un coniglio in fricassea. Se non che, sempre Lei, mi ha investito con la sua parlantina a razzo travolgente, roba che neanche un motore a curvatura stellare potrebbe tenergli il passo. E parla che ti parla e racconta che ti racconta, non so come sia andata, ma io volevo fare un coniglio, un coniglio in fricassea, sta di fatto che quando ho chiuso il telefono stavo preparando una:

Lonza di maiale con mele, castagne e salsa al calvaldos



Ho rosolato ben benino una lonza di maiale che avevo pancettato precedentemente, direi un buon venti minuti di rosolatura, accompagnata da aglio e odori vari (salvia, rosmarino...) che è terminata con una sfumata di mezzo bicchiere di Calvados. Il tutto è poi stato passato nella "slowcooking". Ora se non avete una di queste pentole mettete la carne in una pentola dai bordi alti, che infornerete a 90° per sei ore, coperta in modo che la carne non asciughi. Nelle sei ore che rimanevano ho preparato nell'ordine:
Castagne lessate, e pulite, caramellate in padella con poco burro zucchero e un goccio di Calvados.
Mele Golden stark delicious fatte a fettine di un paio di centimetri e saltate come le castagne, in padella con burro, zucchero e un mezzo bicchiere di ... ? Bravi! Calvados.
Ho lasciato mele e castagne da parte e le ho aggiunte alla carne negli ultimi 40 minuti di cottura. Alla fine ho recuperato il fondo della pentola e l'ho ridotto aggiungendo burro e ancora (se serve) un po' di Calvados.
Servito il piatto con bietoline saltate in padella, la salsina e se piace una spruzzata di cannella.
Ma guarda te ! E io che volevo fare un coniglio, un coniglio in fricassea.

Roba da streghe !

18 commenti:

zia lella ha detto...

ciao, tu non mi conosci, ma io ti seguo da un po e oltre a piacermi come scrivi, mi piace ciò che mangi...non so se ti faccia piacere, ma ti ho inserito nei miei blog preferiti, se la cosa ti dispiacesse fammelo sapere. baciotti da zia lella

Claudia ha detto...

al "Se non che, sempre Lei, mi ha investito con la sua parlantina a razzo travolgente" mi son piegata in due...ma dalle risate però!
ahahah
certo buona doveva esser buona la lonza, ma anche il coniglio non sarà così male :)
cla

Lory ha detto...

Cla mi sono alzata ho letto e non ci crederai mai e poi mai ,ho pensato "Adesso che legge la Cla" ahahahahahaha!
Marco adesso mi sento in colpa,una lonza al posto di un coniglio ;-(
E poi adesso anche chi non mi conosce saprà che sono una logorroica da spavento!
Ahahahahahaha bello iniziare l'anno nuovo così ;-))

marzia ha detto...

...adesso che Lei l'ho incontrata nel suo ritiro tra la neve... e, tra l'altro, quel giorno aveva preparato coniglio...
chissà quando e se incontrerò anche Loste???

Fra ha detto...

Bè il cambiamento di idea ha portato questo fantastico risultato...ora aspettiamo il tuo coniglio ;D
Un bacio
Fra

Claudia ha detto...

Lory, (scusa marcoloste approfitto di questapaginetta, non me ne vuoi vero? ;))Tu sei tu! E non saresti tu se non fossi come sei...mi sono incartata vero? ahahahah magica donna, non sei logorroica, parli veloce, e noi qua nel profondo sud (leggasi isolecomprese) siamo lenti di natura :)
love
cla

radicchiodiparigi ha detto...

Ci sono almeno due ottime ragioni perché questa ricetta mi abbia fatto salvare: il maiale e la pancetta.
anche se sono "solo" le undici.

Comunque...

Queste slow cooking mi intrippano assai. Ne ho sentito parlare molto. hai qualche marca da indicarmi?

Lucia

www.radicchiodiparigi.wordpress.com

Anonimo ha detto...

complimenti loste gran manico...se uno non ha il calvados...alternativa...
www.chefmarco.splinder.com

Loste ha detto...

Nessun problema @Zia Lella anzi un piacere :)

@Caludia vedremo, il coniglio prossimamente cos'è che ti ha fatto piegare in due ?

In colpa di cosa ? @Lori... ? Tu non sei logorroica ! Tu parli e basta.

@Marzia magari potremmo organizzare, io non ho incontrato nessuna delle due :)

Vedremo per il coniglio @Fra...

Prego @Claudia usa pure .. magari così capisce meglio... Lori... NON sei logorroica :D

E quali sarebbero queste ragioni @Radicchio ? Per la tecnologia che c'è dentro una "buona" marca vale l'altra :)

Ciao @Marco... manico in senso di manualità, giusto ?! :))) Una grappa non troppo secca ma morbida ...

JAJO ha detto...

Ti ha lavato il cervello? Così impari a fare il menagramo hehehehehe
Scherzi a parte, come va la tibia ? :-(

P.s.: ma daaiiii, non dirmi che non apprezzi quelle belle tombolate nelle quali c'è sempre chi capisce "settantuno" invece di "sessantuno", dopo 3 numeri estratti comincia già a chiederti "è uscito il 27?"...
Io avevo scritto su FB, il 22 dicembre "Vorrei fosse già il 7 gennaio".... :-)

radicchiodiparigi ha detto...

beh, anche le antiaderenti hanno una tecnologia ben precisa ma sul mercato la difefrenza qualitativa è enorme, non credi?

Guarda che non cercavo di farti far pubblicità più o meno occulta, ma solo un'informazione :-))

lucia

Loste ha detto...

Io mengramo @Jajo ? Naaaa ... Tibia tiene ancora vediamo prossimi giorni se riprendiamo a camminare normalmente ;)

Si in effetti non l'ho scritto per quello @Radicchio ... è una cosa che mi scoccia, comunque la KENWOOD slowcookers è ottima :)

marzia ha detto...

lei dice che quest'estate verrà a trovarmi in alpeggio... il moncenisio è un posto splendido, vale vederlo anche senza volerlo fare per me ;-)

radicchiodiparigi ha detto...

uff, grazie, sono riuscita a estorcerti un'informazione...

:-))

Virginia ha detto...

Bravo. Io, invece ho fatto tutto da sola. Senza menagrami. Senza nemmeno indossare gli sci.
Crociato e menisco in pappa. E da due mesi. Inizio ad avercele discretamente piene.
Ah, come mi sento solidale.
Buona guarigione!

cassandrina ha detto...

Non sono d'accordo con la tua teoria sulla diversità fra cominciare e ricominciare.
Tu dai a quest'ultima un'accezione negativa, di ripetizione, di qualcosa che stancamente si protrae e si trascina su binari già tracciati e pagine già scritte.
Per me è esattamente il contrario, ricominciare richiede il massimo dell'energia e dello sforzo creativo, è l'ultima chance, devi mettercela proprio tutta perchè se devi ripartire vuol dire che in qualche modo ti sei fermato, sei caduto o ti hanno fatto cadere e tu devi e vuoi ripartire.
Non è per niente facile, per me è una prova tanto immane quanto stimolante, credimi di scontato e di conosciuto non c'è proprio niente.
Un caro saluto

Fabiana

lallabai ha detto...

ciao mi piace molto quello che scrivi, nel mio blog c'è una cosa per te!!!lalla

Gatadaplar ha detto...

Grande Loste e Grande la tua amica!!!! Che bello ti ha fatto cambiare la carne!!! (Evvai un coniglio in meno buttato in padella!!!! ^____^ .... ehemmm bè sì...perchè sono 8 anni che non mangio carne di coniglio... vabbè è una storia lunga... :P )
E poi mi ispira tanto questa ricetta che me la tengo appuntata per una di quelle cene "speciali" che voglio fare per stupire gli amici ma che quando sto lì con i tegami sul fuoco penso: "emmò... che faccio?!" Io ormai sono a dieta ma gli amici ha da magnà uguale no?! :DDD Grazie Loste caro, un bacione!
PS.: essì, proprio roba da Streghe, te lo dice una dei membri dell'A.S.M.R.!!! ^___^